Gli operatori di ricerca di Bing

SEO & SEM Magazine: Gli operatori di ricerca di Bing

In un post precedente, avevo già parlato di Bing, il motore di ricerca di proprietà Microsoft. Ed avevo evidenziato che, rispetto a Google, possiede alcuni operatori di ricerca molto interessanti da usare.

Oggi, voglio approfondire l’argomento, parlandovi degli operatori di ricerca avanzata, di Bing.

Ma, che cosa sono gli operatori di ricerca avanzata?

A volte usando i MdR, non è semplice trovare ciò che ci necessita: le SERP, ovvero le pagine che contengono i risultati della ricerca, in qualche caso, possono fornirci approfondimenti che non sono di nostro interesse. Di conseguenza potremmo essere costretti ad affinare la ricerca, utilizzando ulteriori parole chiave, pur di ottenere ciò che stavamo cercando.

Gli operatori di ricerca, ci vengono incontro per risolvere proprio questi problemi. Sono dei semplici comandi che, se digitati insieme alla parola chiave da esaminare aiutano l’utente a effettuare ricerche più precise, scartando dalla SERP i risultati che non gli occorrono. Naturalmente, i vari operatori possono essere combinati tra di loro per offrire risultati di ricerca migliori!

Chi si occupa di SEO, non può non conoscerli, perché sono fondamentali per ricerche mirate o per approfondire un ambito di ricerca e/o le keyword di un cliente o di un competitor.

Leggi anche: Operatori di ricerca di Google

Per utilizzare gli operatori di ricerca di Bing, clicchiamo sul seguente indirizzo: https://www.bing.com/?cc=it e nella casella di ricerca digitiamo l’operatore che ci interessa seguito dalla parola chiave (ad esempio feed:calcio). Per comodità di scrittura ho racchiuso gli operatori e le chiavi di ricerca tra virgolette, ma questo non è sempre necessario.

contains: Permette di scoprire se un sito web contiene al suo interno un link a un determinato tipo di file. Per esempio, digitando “scatolificiomartinelli.it contains:pdf”, Bing mostrerà tutte le pagine del dominio “scatolificiomartinelli.it” che linkano verso i file in formato .pdf.

filetype: Simile al precedente, ma in questo caso nei risultati di ricerca verranno mostrati i link che rimandano direttamente al determinato file, specificato dopo l’operatore di ricerca. Vogliamo trovare il manuale del Samsung Galaxy S5 in pdf?, digitiamo la chiave di ricerca seguita dal comando: “manuale Samsung Galaxy S5 italiano filetype:pdf”.

feed: Trova tutti i feed RSS su un determinato argomento, così da rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità dei blog. Vuoi rimanere aggiornato sul tuo sport preferito? Digita “feed:calcio”.

intitle:, inbody:, inanchor: Questi operatori di ricerca, sono molto utili per lo studio della concorrenza, perché restituiscono pagine web che contengono la parola chiave rispettivamente: nel titolo, nel corpo e infine nei link in entrata. Per esempio, “inbody: Fre Impianti Srl”.

linkfromdomain: È l’operatore di ricerca che mostra i link in uscita, presenti in un determinato sito web. Cercando “linkfromdomain:web-napoli.it”, Bing estrarrà dal suo database alcuni dei link presenti nel dominio “web-napoli.it”.

url: Utile quando si vuole controllare che un dominio sia presente nell’indice di Bing. Per effettuare questo controllo, basta digitare “url:seoesem.com”.

site: Questo operatore viene usato per verificare se un sito web è stato correttamente indicizzato da Bing. Se i risultati di ricerca mostrano tutte le pagine del sito web, allora l’indicizzazione è stata fatta e recepita correttamente dal MdR. Inoltre è possibile utilizzare questo comando per cercare pagine web che contengano una specifica keyword. Ad esempio:

  • site:psicologodsa.it” – per sapere tutte le pagine indicizzate;
  • doposcuola specialistico site:psicologodsa.it” – per cercare una specifica parola chiave.

language: Mostra i siti web inerenti alla parola chiave scelta, in una determinata lingua. Per esempio, digitando “Naples language:en” saranno visualizzati i siti web che riguardano Napoli, ma soltanto in lingua inglese.

loc: o location: Restringe il campo di ricerca a una specifica posizione geografica (nazione, regione), per utilizzarlo, si dovrà digitare prima la parola chiave – nel linguaggio desiderato – e successivamente specificare il codice della nazione. Ad esempio digitando “leather couch loc:GB”, Bing mostrerà solo siti web provenienti dalla Gran Bretagna, che trattano l’argomento “divano in pelle” (in inglese leather couch).

IP: I servizi di Reverse IP, mostrano un numero limitato di siti web ospitati sullo stesso server, e che condividono uno specifico indirizzo IP. Questo operatore di ricerca, ci permetterà di visualizzare molti più siti web evitando questa limitazione. Per utilizzarlo, digitare il comando e successivamente l’indirizzo IP da analizzare: “IP:109.203.101.207”.

Trovare l’indirizzo IP di un sito web, è molto facile! Innanzitutto, digitiamo nella barra degli indirizzi del browser, il seguente link: https://ipinfo.info/html/ip_checker.php. All’interno del campo di testo presente al centro della pagina, inseriamo il sito web che vogliamo analizzare e clicchiamo su “Check”.

Al termine dell’analisi, nella sezione “DNS Lookup” è presente un campo chiamato “IP Address“, seguito da quattro terzine di numeri, separate da un punto e che rappresentano, appunto, l’indirizzo IP del sito web analizzato.

define: Quest’operatore di ricerca, mostra nella SERP la definizione della parola chiave che abbiamo cercato, prendendola direttamente da un dizionario. Ad esempio, digitando “define:caffè” la SERP mostrerà la definizione della parola “caffè“.

imagesize: Trova in modo semplice e veloce immagini di una determinata dimensione. Per utilizzarlo, si dovrà digitare prima la parola chiave e in seguito aggiungere l’operatore di ricerca con la dimensione desiderata. Per definire la grandezza di un’immagine bisogna usare questi comandi: “small“, “medium” e “large“. Ad esempio, digitando “cappelli imagesize:large”, Bing visualizzerà solo immagini di grandi dimensioni, riguardanti cappelli di ogni tipo.

Operatori di ricerca booleani

Ideati dal matematico George Boole, (da cui prendono anche il nome) gli operatori di ricerca booleani sono dei particolari argomenti logici che ci aiutano ad affinare maggiormente le query sui Motori di Ricerca.

Vediamo in dettaglio quelli di Bing:

” “: Con questo operatore possiamo dire a Bing, di mostrare solo i siti web che contengono l’esatta parola chiave inserita tra gli apici. Per esempio digitando: “dott. Lanfranco Scaramuzzino“, verranno visualizzate solamente le pagine web in cui è citato il prof. Lanfranco Scaramuzzino, stimato chirurgo vascolare a Napoli.

OR: Questo operatore di ricerca booleano trova pagine web che abbiano almeno una delle parole chiavi incluse nella ricerca. Per esempio: “Maxidren Flu OR Maxidren Compresse”, mostrerà nella SERP, pagine web che approfondiscono l’argomento “Maxidren Flu” oppure “Maxidren Compresse”, o ancora pagine incentrate sulla vendita di uno dei due prodotti.

AND: Quest’operatore elenca nella SERP, siti web che contengono tutte le parole chiavi inserite nel campo della ricerca. Ad esempio, digitando “flavonoidi AND Gambe in Gamba”  saranno visualizzati siti web che contengono sia la parola “flavonoidi” che “Gambe in Gamba“.

NOT: Visualizza pagine web che includono la chiave di ricerca d’interesse, escludendo l’altra parola chiave. Ad esempio digitando “calcio NOT Juventus” cercheremo news sul calcio, escludendo dai risultati di ricerca tutti quelli relativi alla squadra di calcio della Juventus.

Gli operatori NOT, AND e OR devono essere scritti tutti in maiuscolo. In caso contrario Bing li interpreta come Stop Word, parole chiave che vengono automaticamente omesse dalla ricerca.

Conclusioni

Il mio consiglio è quello di imparare a conoscere e a usare tutti gli operatori di ricerca di Bing, perché io trovo che siano molto utili specialmente in ambito SEO.

Infine ritengo sia fondamentale utilizzarli quando ci accorgiamo che la ricerca “classica” non ha prodotto i risultati che aspettavamo, e anche quando abbiamo bisogno di effettuare ricerche più precise e veloci.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.