L’importanza della Brand Reputation

SEO & SEM Magazine: brand reputation

Gli strumenti del marketing e della comunicazione dalla vita quotidiana al web.

E’ un dato di fatto che i prodotti e/o i servizi legati ad un marchio ben identificato e riconosciuto dal pubblico e dai consumatori, facciano meno fatica di altri ad imporsi sul mercato, anche in momenti come quelli che stiamo vivendo, di particolare crisi economica.

La risposta a questo fenomeno si può sintetizzare con l’identificazione nel marchio, dall’inglese “brand identification” e… la forza di un marchio è tutto. Un esempio lampante della forza attrattiva di un marchio è il caso della comunicazione di una nota azienda di produzione di carne in scatola, che negli anni ’80 del secolo scorso, con uno spot televisivo particolarmente efficace e che oggi definiremmo virale, riuscì a veicolare il suo marchio “Simmenthal” nonostante che il simpatico bambino, protagonista dello spot TV, lo storpiasse in “Tinsemmhal“. Ancora oggi, a più di vent’anni di distanza, girando in rete, si può trovare l’eco di quell’azione di marketing: basta cercare Tinsemmhal.

Quindi, la domanda nasce spontanea: cos’è un marchio?

SEO & SEM Magazine: brand

Tutto può essere inteso come un marchio, il nostro cognome, la nostra attività lavorativa, la nostra storia, la nostra reputazione. Il successo del nostro marchio e di conseguenza il nostro successo, è misurabile grazie al coinvolgimento della clientela nel messaggio di cui ci facciamo portatori e nel grado di soddisfazione nei prodotti o nei servizi che forniamo.

Se è vero che le persone tendenzialmente non sono fedeli ad un prodotto o ad un servizio, è anche vero che se restano legate ad un brand è perché ne sono soddisfatte al punto che, in alcuni casi, quel marchio riesce ad attivare l’azione di marketing più efficace che si conosca, “il passaparola”, trasformando i clienti in divulgatori del proprio brand.

Tutto questo per i professionisti, le micro, le piccole e le medie imprese, che storicamente sono l’ossatura economica del nostro Paese, si deve tradurre, non solo nella produzione di beni e servizi di qualità, ma in una costante, diffusa e diversificata attività di comunicazione, pre e post vendita. Si deve guardare alle imprese non solo in funzione degli aspetti legati alla produzione, ma anche come a strumenti comunicativi, facendosi brand di se stessi.

Il senso di fare branding di se stessi, significa raccontarsi, comunicare di se, dei propri prodotti e/o servizi, impostando delle strategie di marketing che coinvolgano le comunicazioni scritte e verbali, il sito internet, i social media, le email e le newsletter aziendali, che debbono diventare per i clienti, mezzi di coinvolgimento con il brand e con la “mission” aziendale.

Il Web Marketing e la Brand Reputation

Per quanto riguarda il marketing sul web, per consolidare la nostra presenza online e quindi aumentare la brand reputation, è fondamentale realizzare un sito web professionale, ricco di contenuti testuali e di immagini per attirare il maggior numero possibile di visitatori. Attuando una serie di campagne di Web Marketing tramite newsletter e Social Media, incrementando la visibilità del brand, facendoci conoscere da nuovi potenziali clienti, coinvolgendoli con sconti ed eventi sui nostri prodotti e/o servizi, trasmettendo sensazioni di fiducia tali, da invogliarli ad effettuare transazioni commerciali e affilarsi alle nostre aziende.

Comunque, se è necessario presentare al mercato i nostri punti di forza e ciò che fa la differenza rispetto ai nostri concorrenti, è fondamentale essere sempre in “ascolto” dei segnali e delle indicazioni che vengono dalla clientela e dal mercato, rispondendo in maniera efficace e puntuale ai suggerimenti, alle critiche o persino alle contestazioni che potrebbero provenire dai clienti.

In definitiva, con una corretta analisi della nostra clientela, dovremo sempre più mettere in campo delle efficaci ed efficienti azioni di marketing che ci consentiranno di mantenere, anzi di incrementare la clientela, ricordando che

per farsi capire bisogna saper ascoltare…



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *