Gli operatori di ricerca di Google

SEO & SEM Magazine: gli operatori di ricerca di Google

Dopo aver approfondito gli operatori di ricerca di casa Microsoft, in quest’articolo, vi descrivo gli operatori di ricerca presenti sul MdR Google, ed il loro funzionamento.

Operatori di ricerca di Google: l’elenco completo… o quasi!

Prima di continuare la lettura, vi ricordo che gli operatori di ricerca sono molto utili, non solo per effettuare ricerche particolari ma anche per compiere numerose attività SEO, e che possono essere combinati fra loro per affinare maggiormente le ricerche.

Utilizzare gli operatori di ricerca di Google è molto semplice: innanzitutto, apriamo la pagina di Google (per chi non lo conoscesse l’ indirizzo è https://www.google.it/: lo a volte faccio lo spiritoso.) e successivamente, nel box di ricerca inseriamo l’operatore seguito dalla parola chiave (per esempio site:seoesem.com). Vi suggerisco di non inserire spazi tra il comando e la parola chiave, altrimenti l’operatore di ricerca potrebbe offrirvi risultati poco efficaci.

Come nell’articolo precedente, per mia comodità ho racchiuso gli operatori di ricerca e le parole chiavi tra le virgolette, anche se non è sempre necessario! Inoltre, dividerò gli operatori di ricerca di Google in tre categorie: avanzati, booleani ed infine speciali.

Operatori di ricerca di Google avanzati

cache: mostra la versione più recente di una pagina web memorizzata nella cache di Google. Per il corretto funzionamento di quest’operatore, è necessario che la pagina web sia indicizzata. Digitando “cache:seoesem.com” il MdR ci mostrerà la copia cache del dominio “seoesem.com” salvata in tre varianti:

  • la “Versione completa”, cioè la visualizzazione del sito web che vediamo normalmente;
  • la “Versione solo testo”, quindi senza elementi grafici, quali colori, immagini etc…;
  • la “Versione visualizza sorgente”, cioè la visualizzazione in linguaggio HTML della pagina web.

related: quest’operatore di ricerca di Google è utile per filtrare i competitor di un determinato sito web. Infatti, il comando restituisce nella SERP i siti web correlati al dominio specificato nella ricerca. Digitando “related:brothermedicals.com“, il motore di ricerca mostrerà i siti web che come la BrotherMedicaLS Srl, si occupano della vendita di integratori alimentari relativi alla insufficienza venosa cronica.

filetype: oppure ext: vi ricordate di quest’operatore? Il suo funzionamento è uguale alla sua controparte presente su Bing. Infatti, questo comando mostra nella SERP soltanto i link che rimandano direttamente ad un determinato formato dei file (ad esempio: .pdf, .doc , .txt, .ppt, .xls) specificato dopo l’operatore di ricerca. Inoltre è possibile utilizzare anche il comando “ext: cioè extension”, che produce i medesimi risultati. Digitando “manuale HTML in italiano filetype:pdf” oppure “manuale HTML in italiano ext:pdf” siamo interessati a scaricare una guida del linguaggio HTML (HyperText Markup Language), in italiano ed in formato .pdf.

site: viene usato in ambito SEO, per controllare se un sito web è stato correttamente indicizzato da Google. Se i risultati di ricerca visualizzano tutte le pagine del sito web, allora l’indicizzazione è stata effettuata e ricevuta senza errori dal Motore di Ricerca. Inoltre è possibile utilizzare questo strumento per cercare pagine web che contengono una specifica parola chiave. Ad esempio:

site:scatolificiomartinelli.it” – per verificare se tutte le pagine sono indicizzate su Google;

site:scatolificiomartinelli.it scatole pizza” – per cercare quella specifica keyword all’interno del sito.

fonte: filtra nei risultati di ricerca, le ultime news per argomento e testata giornalistica presente online. Il suo funzionamento prevede l’uso di due parametri: la chiave di ricerca di nostro interesse e la testata giornalistica. Per esempio, digitando “Formula 1 2018 fonte:repubblica“ filtreremo tutte le news di “Repubblica.it” che riguardano soltanto la famosa competizione automobilistica.

intitle, inurl, intext: questi tre comandi, visualizzano nella SERP pagine web contenenti all’interno del titolo, dell’URL e della descrizione o una o l’altra parola chiave specificata dopo l’operatore. Per esempio, digitando “intext:Internet Food Caffè Internet Le Aquile”, l’operatore, restituisce siti web che all’interno della descrizione presentano la parola chiave “Internet Food”, oppure la parola chiave “Caffè Internet Le Aquile”.

allintitle, allinurl, allintext: simili agli operatori di ricerca precedenti, con l’unica differenza che nei risultati di ricerca verranno mostrati siti web che contengono tutte le parole chiave presenti nel titolo, URL e descrizione.

Operatori di ricerca di Google booleani

Ideati dalla mente brillante del matematico George Boole, sono particolari operatori logici che vengono implementati nei Motori di Ricerca per aiutare l’utente ad effettuare ricerche molto precise.

OR oppure |: proprio come su Bing, trova siti web che abbiano almeno una delle parole chiavi incluse nella ricerca. Ad esempio: “eliminare vista Analytics OR nuova vista Google Analytics”, restituisce siti internet che spiegano come fare per eliminare una vista di Google Analytics, oppure come crearla. In alternativa, è possibile utilizzare il carattere della tastiera pipe “|” al posto di “OR”.

“ “: viene utilizzato per raffinare una ricerca o per escludere i sinonimi. Mostra nella SERP soltanto pagine web che contengono al loro interno, l’esatto termine di ricerca inserito tra le virgolette. Per esempio, digitando “Associazione Dream Team Donne in Rete”, verranno visualizzati tutti i siti web che hanno menzionato L’Associazione Dream Team.

: esclude dalla ricerca la parola chiave preceduta dal simbolo ““. Per esempio, digitando “Samsung -Android” vengono visualizzati nella SERP, siti web che si interessano dell’azienda Samsung e dei suoi prodotti, ma omette dai risultati quelli che si riferiscono al sistema operativo Android.

*:  questo comando è molto utile nel caso non ricordassimo più una frase o una citazione. Infatti, basterà inserire l’asterisco al posto delle parole che abbiamo dimenticato e avviare la ricerca. Google visualizzerà tutti i siti web, contenenti la frase completa che stavamo cercando. Ad esempio, digitiamo “nel mezzo del cammin di nostra vita *” se abbiamo necessità di ricordare come continua il famoso verso di Dante Alighieri nella Divina Commedia.

Operatori di ricerca di Google speciali

Come ho scritto in un precedente articolo, uno degli obiettivi di Google è fare in modo che i suoi utenti abbandonino il Motore di Ricerca il più velocemente possibile, soddisfatti di aver trovato subito ciò che cercavano.

L’utilizzo di questi operatori di ricerca molto particolari, sono la prova che ci stanno riuscendo alla grande!

Sono operatori di ricerca nati con lo scopo di rispondere a semplici domande o curiosità in maniera molto rapida, senza la necessità dell’utente di cercare su altri siti web. Soprattutto perché la risposta, sarà visualizzata direttamente nei risultati di ricerca.

tempo: o meteo: utile quando si ha la necessità di consultare le previsioni meteo di una determinata città. Per esempio, basterà digitare “meteo:Ischia” oppure “meteo:80077” (in alternativa, è possibile usare anche il CAP) se vogliamo sapere come sarà il tempo ad Ischia, prima di partire per le vacanze estive (ecco, adesso sapete dove trovarmi ad agosto).

definizione: proprio come suggerisce il nome, tramite il suo utilizzo possiamo conoscere la definizione corretta, del termine che abbiamo cercato. La definizione viene presa direttamente da un dizionario integrato con Google. Ad esempio, digitando “definizione:sfogliatella” la SERP restituirà la definizione del dizionario del buonissimo dolce napoletano.

Mi è venuta fame, chi mi offre una sfogliatella?

musica: siamo appassionati di musica? Avviando una ricerca con questo comando, seguito dal nome di un cantante, Google mostrerà tutta la sua discografia. Ad esempio, “musica:Luciano Ligabue”, e l’esempio è per mia sorella Sara Di Somma, di professione psicologa.

calcolatrice: non è altro che una calcolatrice virtuale, io la uso spesso quando devo effettuare dei calcoli veloci. A differenza degli altri operatori, non ha bisogno di alcun comando per attivare la sua funzione. Infatti basta scrivere nella barra di ricerca, il calcolo che intendiamo risolvere e premere invio: nella SERP comparirà l’esito delle operazioni. Ad esempio, digitando “90×6-10” la calcolatrice virtuale mostrerà il risultato: ”530”.

film: è arrivato il weekend e stiamo decidendo di andare al cinema: ma che film guardiamo? A questa domanda risponde Google, con l’ausilio di questo comando seguito dalla città di nostro interesse, possiamo ottenere l’elenco di tutti i film attualmente in programmazione. Ad esempio “film:Napoli”.

Se invece già sappiamo cosa guardare, basta digitare l’operatore seguito dal nome del film e della città, per conoscere il cinema più vicino e gli orari di programmazione soltanto di quel film. Ad esempio, “film:Giochi di potere Napoli”.

ora: con quest’operatore possiamo sapere qual è l’ora esatta di una specifica città. Per esempio, ci interessa sapere l’ora esatta della città di Tokyo? Digitiamo “ora:Tokyo”.

in: si tratta di un semplice convertitore, utilizzabile quando c’è l’esigenza di convertire diverse valute e unità di misura. Inoltre, viene impiegato anche per effettuare rapide traduzioni di parole o frasi in una specifica lingua. Per poter usufruire dell’operatore è necessario che esso, sia tra le due parole chiave.

Ad esempio:

  • tastiera in inglese” – per la traduzione di una parola;
  • 1 metro in centimetri” – per convertire un’unità di misura in un’altra;
  • 400 euro in dollari” – per convertire valute diverse.

mappa: mostra nella SERP, una mini Google Maps di una piazza, via, città o regione scelta durante la ricerca. Ad esempio: “mappa:Campania”.

risultati sportivi: visualizza nella SERP, i risultati sportivi delle squadre di calcio o di un altro sport, compreso la data e ora delle gare successive. Anche per quest’operatore non è necessario usare alcun comando per attivare la sua funzione. Infatti, bisogna digitare nel box di ricerca, lo sport o le squadre di nostro interesse e premere invio. Ad esempio basta digitare “Formula 1” o “Napoli Juventus” per conoscere i risultati sportivi, e quando ci sarà, la prossima gara o partita.

azioni: usato per avere informazioni sull’andamento in borsa, di una banca o di un’azienda.  Per esempio, se vogliamo scoprire come stando andando i titoli in borsa di Amazon, digitiamo “azioni:amazon”.

alba: e tramonto: il sole sorge e tramonta in orari diversi, a seconda della località in cui ci troviamo e dal particolare periodo dell’anno. Pochi lo sanno, ma è possibile apprendere quando si verificheranno questi affascinati fenomeni della natura. Infatti, usando gli operatori “alba” e “tramonto”, seguiti dalla località di interesse, si può conoscere in anticipo l’ora esatta in cui sorge o tramonta il sole. Per esempio: “alba:Ischia” o “tramonto:Ischia”.

Conclusioni

Rimango sempre dell’idea che conoscere le funzionalità degli operatori di ricerca è davvero di grande aiuto per migliorare l’esperienza d’uso con i MdR, per compiere delle attività lato SEO o semplicemente quando vogliamo trovare subito la risposta ad un particolare quesito.

Se siete a conoscenza di ulteriori operatori di ricerca di Google, scrivetemi nei commenti qui sotto ed io provvederò ad aggiungerli all’articolo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.